Foto di Stefan Grage da Pixabay

Sono rimasta e continuo a rimanere sempre più scioccata, schifata e seriamente preoccupata da mamma e da cristiana mi chiedo: quanti occhi  e quanti controllori ci vogliono, per salvaguardare i nostri figli dai pericoli, dai messaggi satanici che ormai non sono più nemmeno subliminali che si trovano nella musica, nei cartoni e nei videogiochi?

Questo è il caso del videogioco “The simpson Tapped Out” scaricatissimo da una piattaforma di 100 milioni di dowload che lo cliccano per averlo sul proprio telefono Android. Tra questi 100 milioni vi sono milioni di bambini e ragazzini.

Prima di addentrarmi nella gravità che propone il gioco, vorrei raccontarne un pò l’origine che ci spiega wikipedia.

“Simpson: Springfield (The Simpsons: Tapped Out) è un videogioco mobile del 2012, sviluppato dalla EA Swiss Sarl e pubblicato dalla EA Mobile per dispositivi iOS e Android.[1][2]

Il gioco è stato pubblicato in Italia il 29 febbraio del 2012 in lingua inglese, in seguito è stato tradotto in lingua italiana.[2] Il videogioco è periodicamente aggiornato con nuovi livelli, dispone poi di quattro video principali”.

Vorrei proprio parlarvi dei nuovi aggiornamenti del gioco e dei nuovi livelli. Tutto quello che sto per scrivere, mi è stato segnalato da una mamma che conosco personalmente e che si è ritrovata a giocare con tale videogame.

Premessa: il videogiochi propone in alcuni dei suoi livelli (magia ed occultismo) ed è ovviamente a favore dell’amore libero e del gaypride!

Adesso vi spieghero due dei tanti livelli da superare che sono presenti all’interno del gioco.

I personaggi a sinistra sono 2 alieni, quello sopra è satana rigelliano e quello sotto Gesù rigelliano… ma il peggio deve ancora venire… il diavolo rigelliano ha proposto a Marge un patto con lui per salvare il mondo e liberarlo. Satana e Gesù sono “amici” e collaborano insieme per salvare il mondo!!!! Ah e a seguire  c’è anche Lisa.

Leggi anche:  Il Papa ci raccomanda che con il diavolo non si dialoga ma si risponde con la Parola di Dio

Qualcuno penserà che stiamo esagerando! Che non è possibile che un gioco chieda un patto con il diavolo! Daltronde qualcuno un pò “superficialista” dirà: ma è un gioco! Oppure “E’ per gioco il patto non è reale”! E purtroppo chi gioca col fuoco si brucia e a bruciarsi potrebbero essere proprio i vostri figli e nipoti!

Ma ecco il messaggio che arriva esattamente al giocatore:Fai in modo che Lisa faccia un patto col diavolo! E il titolo non da spazio a fraintendimenti (come potete leggere voi stessi): “La giornata libera del diavolo”.

Carissimi genitori, zii e tutori ecc … vigilate! Svegliamoci! Non è tempo di dormire ma di VIGILARE! Il diavolo è furbo ed è ovunque!

 

Rita Sberna


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here