Testimonianza sullo yoga incompatibile con Cristo!

Questa rappresenta la liberazione dal ciclo delle rinascite, che è indotta dalla consapevolezza che il mio-sé è identico al Sé universale (l’energia impersonale – mai “misurata scientificamente da alcuno” – da cui scaturisce tutta l’esistenza). Per raggiungere questo stato di “Tutto” lo Yoga mira alla crescita della Kundalini, il potere che presumibilmente è arrotolato a livello della colonna inferiore.

Una volta raggiunta la fontanella sulla sommità della testa dà una reazione di “ecstasy”, o come sopra indicato, l’orgasmo. Questo indica che tutte le forme di Yoga sono tantriche. La filosofia Tantra insegna che l’uomo tramite l’ecstasy può ottenere la moksha, la liberazione dalla ri-nascita. L’ecstasy può essere ottenuta in vari modi, ma c’è sempre il pericolo di by-passare il nostro libero arbitrio, che avrà implicazioni spirituali negative! Un cristiano, che è interessato a esercizi yoga, assume [almeno implicitamente] la filosofia non-cristiana dietro di esso anche se non ne è interessato.

Possono gli esercizi Yoga essere separati dalla sua filosofia?

L’Hatha Yoga prepara il corpo attraverso esercizi di Raja Yoga. L’Hatha non può essere separato da Raja, che è lo Yoga della mente. In passato gli esercizi sono stati “semplificati” per la realizzazione di alcuni stati psicologici, e le esperienze della mente sono state ridotte e prese come “esperienze spirituali”. All’inizio della disciplina dello Yoga ci sono alcuni esercizi che sono molto simili alla ginnastica occidentale – ad esempio – per allentare i muscoli, ecc., ma sono presto seguiti con esercizi di respirazione superficiale, e diverse posizioni del corpo, che potrebbero avere conseguenze dannose fisiologiche e psicologiche. Pantajali (3 ° secolo aC) ha riunito vari metodi di Yoga in un unico sistema, libero da questi esercizi che non si sono rivelate utili per l’obiettivo, vale a dire la moksha.

Leggi anche:  Testimonianza di Andrea: stavo per essere incastrato dallo spiritismo tramite l'i-phone

Non vi è alcun dubbio che tutti gli esercizi, infine, hanno lo scopo di risvegliare la Kundalini, il sorgere del potere di pro-creazione sessuale (magia sessuale) in uomo / donna (il sesso) verso l’esperienza del Moksha.

Si tratta di una vera e propria esperienza fisica: c’è un ampliamento delle fontanelle sulla parte superiore della testa! Tutti esercizi di yoga mirano in effetti a questo stato! L’aumento della Kundalini è convogliato da esercizi specifici attraverso i centri di energia spirituale (i sette chakra o “ruote”) che si trovano in diversi posti nel corpo. Durante il suo ascendere la mente passa attraverso varie fasi che possono creare confusione circa la loro natura. I cambiamenti mentali da essere naturalmente estroverso e cooperativo, ad essere introverso ed egocentrico, e di conseguenza una vita negativa. In ultima analisi si tratta di una negazione del creato, [della dimensione relazionale] e quindi del Creatore. Si potrebbe vedere questo rifiuto come una possibile apertura per il nemico di Dio.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here