Storia di un esorcismo e della potenza della Consacrazione a Maria

Le preghiere potenti

Procedendo negli esorcismi, il sacerdote ha usato sempre più le preghiere di intercessione: salmi, litanie, rosario, preghiere di lode.
Sono preghiere che fanno inviperire il demonio, al punto di spingerlo a cercare compromessi: «Potresti metterti d’accordo con me».

Dapprima sono cessate le bestemmie; viene solo insultato l’esorcista.
Ma un giorno il maligno propone: «Lasciami queste sei persone della famiglia e io me ne andrò», e indica chi vuole.

Dopo aver pregato lo Spirito Santo, l’esorcista ha pregato per spezzare ogni legame di magia nera, di maleficio, di stregoneria, con ognuna delle sei persone che il maligno voleva per sé.

Nel frattempo il demonio si infuriava sempre più.

Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria

Quando poi il sacerdote ha consacrato ognuna di quelle sei persone al Cuore Immacolato di Maria, il demonio ha urlato come un disperato: «Se me li prendi, cosa mi rimane? Cosa divento?».

Nel momento in cui la storia è stata  (1992) Nadia non era ancora giunta alla guarigione totale, ma quasi; e il progresso è costante.

Notiamo alcune cose per utilità di altri.

Nadia fa molto uso, con grande fede, di acqua benedetta, sia per segnarsi sia per berla. Durante gli esorcismi è molto sensibile all’unzione con l’olio; ha anche ricevuto con molta devozione “l’Unzione degli infermi”.
Si confessa spesso, anche suo marito, e afferma che questo sacramento la fortifica molto. Anche i figli adottivi, di venti, ventidue anni, hanno ricevuto effetti benefici da questa intensa vita di preghiera.
Si è resa palese la presenza di più demoni, con a capo Asmodeo (nome biblico, che indica uno dei più forti).
Spesso il sacerdote ha insistito sulla data del battesimo di Nadia, con efficaci reazioni. A un esorcismo è intervenuto anche il vescovo che ha poi manifestato la sua soddisfazione sia per come procedono le cose, sia per aver potuto partecipare.

Ad oggi speriamo che Nadia sia completamente libera dalle manifestazioni demoniache ma supponiamo che sia proprio così visto che già era in fase di guarigione nel 1992, l’anno in cui decisero anonimamente di darne testimonianza tramite questo scritto.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here