Non riesce a stare zitto il grande Renato Zero davanti a chi accosta la figura di Achille Lauro ad una sua imitazione. No, il grande Renato Zero non ci sta e così dice la sua!

Ed ecco cosa dichiara al Corriere della Sera, una risposta per chi accosta le trasformazioni di Achille Lauro (che di arte non ha nulla ma a parer mio è solo blasfemo): “Achille Lauro? Riesce ad affermarsi con poco. Io mi sono fatto il mazzo. Cantavo la periferia, non ero un clown. Achille fa con poca spesa, io mi sono fatto un mazzo così, ma lungi da me giudicare”. 

E ancora: “Io amo tutti quelli che fanno questo lavoro a patto che non prendano in giro il pubblico. […] Quando ho iniziato io dovevano sgomberare le piste dei locali, non c’erano palcoscenici. Sfollavano la pista da ballo e io cantavo con solo un revox, nella mia verità coperta di piume. Non giocavo a fare il clown della situazione, io cantavo le problematiche della periferia, della borgata della gente emarginata”.

Penso non ci sia altro da aggiungere. L’accostamento è proprio errato: Renato Zero è un grande cantante e artista … Achille Lauro bhe … no comment!


Leggi anche:  “Shout-il Grido" evento di Settantavoltesette Band

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here