Quando è la famiglia a essere attaccata dal demonio

Una buona abitudine è quella di pregare tutti insieme, magari a tavola o prima di coricarsi.

Caro don Gabriele, parlavamo la settimana scorsa delle possibili conseguenze sull’albero genealogico, e quindi sui discendenti, di adesioni a pratiche occulte da parte degli avi. Accade, a questo proposito, anche che all’interno di una stessa famiglia ci siano più persone affette da mali spirituali?

La risposta è affermativa, anche se il più delle volte è solo un singolo membro di una famiglia a essere colpito da un male malefico. Mi è accaduto diverse volte, tuttavia, che un’intera famiglia o comunque diversi suoi componenti ne fossero affetti. In questo caso ritengo che il maleficio sia stato ripetuto o comunque esteso nei suoi effetti a più persone. Qui, probabilmente, l’odio di chi ha commissionato il maleficio si è rivolto alla famiglia, magari, che ne so?, per colpire in modo più brutale un singolo componente. In questi casi è ancor più indispensabile che ciascuno dei familiari, anche chi ne sembra esente, si applichi con maggior impegno nella preghiera e nella frequenza ai sacramenti.

E oltre a questo?

E’ opportuno ricevere tante benedizioni, e mi riferisco sia alle persone che ai luoghi di abitazione di quella famiglia. Un’altra buona norma può essere quella di farsi il segno della croce con l’acqua benedetta prima di coricarsi o appena alzati, di far celebrare qualche volta una Messa a casa e, ancora, di ricevere preghiere di liberazione in qualche gruppo del Rinnovamento nello Spirito. O, nei casi più conclamati, di andare dall’esorcista. In chiave di prevenzione una buona norma per una coppia di sposi è di abituarsi fin da subito a pregare insieme. Questo tiene lontani molti mali. E la seconda norma per i giovani sposi è quella di estendere subito questa buona abitudine anche ai figli, finché sono piccoli. Non se ne pentiranno, anche quando poi cresceranno.


1 COMMENT

  1. Anch’io padre ho vissuto in famiglia un grave problema di ordine spirituale Siamo 5 figli ma è stata dura quando crescevamo, a casa c’era sempre nervosismo e mio padre picchiava mia madre e bestemmiava Oggi che siamo grandi siamo tutti fuori ma il ricordo è rimasto e la cosa che ancor oggi non mi spiego perché io e le mie due sorelle non abbiamo figli C’è quaicosa forse con l’albero genealogiico La nostra vita oggi è fatta di sacramenti e preghiere ma con tutto ciò la sfera affettiva è ferma

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here