19-10-2016 – Per noi non è stato un mercoledì come tanti ma un mercoledì in cui con grande gioia ed entusiasmo Dio, ci ha permesso di incontrare il Vicario di Cristo sulla terra, il grande e umile Papa Francesco.

“Nulla è un caso” ha detto la Madonna a Medjugorje, in uno dei suoi messaggi dati alla Veggente Mirjana, qualche mese fa (nè le gioie e nè i dolori) e questo evento ne è anche la dimostrazione.

Nel mio cuore, avevo tanta voglia di incontrare insieme a mio marito, il nostro amato Papa, ma allo stesso tempo ero incredula. Noi, perchè proprio noi?

La statistica delle probabilità che non riuscissimo ad incontrarlo e a parlare con lui era molto alta, lo dimostrava la presenza di 120 coppie di sposi novelli, venuti da ogni parte del mondo per ricevere la benedizione di Francesco.

Ma qualcuno ha voluto da lassù che lo incontrassimo, anche se durante l’udienza papale eravamo capitati nei posti più lontani, alla fine  siamo stati chiamati tra le prime coppie che hanno potuto incontrare il Papa e hanno avuto il privilegio di stringergli la mano.

Tutto questo è stata una grazia di Maria, un regalo di Gesù.

Quando abbiamo visto arrivare il Papa … pensavo mi stesse venendo un infarto, il cuore pulsava fortissimo . La prima cosa che ci ha detto è stata “Ragazzi  pregate per me”. Questa sua frase mi ha sorpresa, il suo tono di voce era pacato, dolce come il suo sguardo ma allo stesso tempo sofferente, una sofferenza che trapela nonostante la sua dolcezza. La sofferenza di chi sa che il mondo sta andando dalla parte opposta di Cristo.

Un buon cristiano prega per il proprio Pontefice, lui porta un enorme peso sulle spalle, porta l’intera umanità.

Grazie Papa Francesco, Dio Ti benedica e ti protegga!

Rita Sberna

 

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here