Padre René Laurentin: Quali rischi per i veggenti!

Molte persone spirituali e ben informate, specialmente italiane, sono preoccupate per il rischio di protagonismo che corrono i veggenti. Questo rischio non è immaginario, perchè tutti vedono le sollecitazioni e le tentazioni a cui sono sottoposti. La folla che li assale, li tortura, li abbraccia, li fotografa, domanda loro autografi, è per loro fattore di stress e di squilibrio. Alcuni se la cavano bene svignandosela, altri accettano la prova della testimonianza, come fu per Bernardetta negli Otto anni di sua vita dopo le apparizioni. Solo che Bernardetta dal luglio del ‘60 fu protetta da una guardia di suore che filtravano i visitatori e mettevano duramente alla prova la sua umiltà. I veggenti, dopo 10 anni, sono ben più esposti alle insidie da cui fu rozzamente preservata Bernardetta. Il loro comportamento è semplice: si difendono bene da quelli che li trattano da santi e da idoli. Ma quando sono considerati come oracoli comincia il rischio del protagonismo. Due di loro hanno acquistato una sicurezza forse superiore alla loro cultura nel rispondere a quesiti teologici. Essi hanno una risposta per tutto, con un po’ di approssimazione per Vicka e di rozzezza psicologica per Ivan.

Ma si rimane perplessi a vederli spesso e troppo sontuosamente invitati all’estero. Piccoli paesani, più o meno poveri, che non erano quasi mai usciti di casa, salvo Mirjana, sono subissati da offerte di viaggi attraenti con splendidi ricevimenti. Nel primo viaggio in America Ivan fu alloggiato in un tre stelle: forse lì ha preso il gusto di un abbigliamento da play—boy e di una cura esagerata della sua persona.

Quando Marija, in uno slancio così edificante, donò il rene al fratello, si è resa conto di beneficiare, come veggente, di mezzi finanziari da milionari? L’operazione costò 60 mila dollari raccolti senza che lei se ne preoccupasse un istante. Ed è tornata dall’America colma di regali con un’eccedenza considerevole di bagagli. E’ passata dalla famiglia più povera tra i veggenti a condizioni di ricchezza che l’hanno portata a una cultura ben diversa e a una vita facile e brillante. Questa non è per lei una prova? Infme i veggenti sono circondati di ammiratori, tra i quali qualcuno decisamente innamorato. Il loro cuore può essere non solo lusingato ma anche scosso.

Certo, il matrimonio è una buona cosa, riguarda la loro età e nei miei precedenti aggiornamenti ho fermamente giustificato le nozze delle prime due veggenti. Ivanka, praticamente fidanzata prima delle apparizioni, ha atteso 5 anni per essere sicura che quella era la sua via: una lunga attesa veramente eroica. Miriana non sembra aver mai pensato seriamente alla vocazione: i suoi contatti di studio l’hanno condotta progressivamente a un fidanzamento serio, collaudato da molti anni di riflessione.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here