Giunti al 31 di ogni anno, c’è chi aspetta quasi per usanza o scaramanzia , il momento fatidico per poter “sparare” a colpi di petardi all’anno vecchio. Devo ammettere che questa cosiddetta usanza non mi è mai piaciuta proprio perchè “uccidi” e lasci l’anno vecchio per accogliere un nuovo anno fatto a suo tempo, da cose belle e cose meno belle, problemi e difficoltà ma anche gioie. Questa è la vita e gli anni volano via!

Il 2016 per me rappresenta un grande anno, un anno meraviglioso, rappresenta l’anno in cui mi sono sposata davanti a Dio, l’anno in cui il Signore mi ha fatto un regalo di nozze: incontrare Papa Francesco.

E’ un anno che non vorrei lasciare perchè mi ha fatto vivere emozioni incredibili ma è stato anche un anno di cambiamenti: ho lasciato la mia Sicilia per raggiungere mio marito a Roma.

E’ un anno che probabilmente segna e da inizio a nuovi sviluppi. Il 2016 per me è stato l’anno dell’amore, del cambiamento e delle emozioni. Ricordiamoci anche che è stato l’anno della Misericordia, del Sinodo e ahimè anche delle Unioni Civili.

Adesso accogliamo il 2017 con molta serenità e senza troppe aspettative, perchè ciò che rende l’anno sereno è l’affidamento sempre al Padre, non è il numero annuale o del calendario che fa la differenza ma è semplicemente la forza e la fede che ognuno di noi nutre nel cuore.

Buon Anno a tutti.

Rita Sberna


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here