Una delle letture tratte dal libro di Ezechiele ci ricorda: «Se il malvagio si ritrae da tutti i peccati che ha commessi e osserva tutti i miei decreti e agisce con giustizia e rettitudine, egli vivrà, non morirà.
Nessuna delle colpe commesse sarà ricordata, ma vivrà per la giustizia che ha praticata”.

Questo ci fa capire che il nostro Dio non è il Dio della vendetta ma del Perdono e della Misericordia, Lui non ti rinfaccerà mai il male che hai compiuto, se tu da malvagio ti penti e torni a Lui.

Invece poi continua a parlare di coloro che si sentono “giusti” e dice: “Se il giusto si allontana dalla giustizia per commettere l’iniquità e a causa di questa muore, egli muore appunto per l’iniquità che ha commessa”.

Questo passo della lettura ci fa capire, che noi che ci riteniamo “giusti” se commettiamo l’ingiustizia e muoriamo prima di ravvederci, moriremo per i peccati commessi.

Che questo periodo , sia un buon periodo, per farci un esame di coscienza . Dio è grande ed è Misericordioso, renderà giustizia a tempo debito.

Rita Sberna


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here