Monache claustrali evangelizzano con Whatsapp

Pili e Virgilio Jarrín

Alcune monache di clausura ci hanno insegnato un nuovo utilizzo per Whatsapp.

Il fatto può provocare un po’ di confusione in qualcuno: “Com’è possibile che delle religiose che hanno scelto di donare per amore la propria vita a Dio nella clausura abbiano insegnato a usare in modo diverso Whatsapp?” Anche noi siamo rimasti sorpresi!

“La Sfida dell’Amore” è un’Iniziativa Geniale realizzata dalle Domenicane di Lerma che, come spiegano loro stesse, è stata opera di Cristo. Giorno dopo giorno questo progetto, messo in pratica dalle novizie del convento e dalla loro maestra, invia a circa mille persone un messaggio di Whatsapp con una piccola storia, una riflessione e, la parte più simpatica, una sfida da mettere in pratica durante la giornata. Chi riceve i loro messaggi ha detto che li reinvia ai propri contatti, quindi il numero di persone coinvolte aumenta a livello esponenziale.

Suor Leticia, la maestra delle novizie, ha spiegato che la sfida è nata per via di una ragazza che, trovandosi in un momento di stanchezza dopo la sua conversione recente, ha trovato la sua testimonianza di fede e ha cercato il suo aiuto per poter imparare ad amare meglio Dio. Il modo che ha trovato questa religiosa per insegnarle la via dell’amore è stato condividere ogni giorno la fine della sua preghiera via SMS. La ragazza, infiammata da queste riflessioni, ha iniziato a diffondere i messaggi ai suoi amici, e in questo modo si sono unite sempre più persone.

“Il nostro obiettivo è che chi legge possa iniziare la giornata guardando Cristo, per vivere il giorno con Lui sulla base dell’amore. Vogliamo insegnare a chiunque voglia a pregare e ad amare, ovvero a ricevere tutto da Cristo per poi donarlo”.

Una delle curiosità della Sfida dell’Amore è l’autore, visto che i messaggi non vengono inviati anonimamente né sono firmati dall’insieme delle Domenicane, senza dare un volto. Ogni giorno, le storie arrivano via Whatsapp con il nome di chi forma l’équipe, sia Carmen, Aroa, Israel, Sión, Joane, Inés o Lety. È il cuore di una persona che parla al cuore di moltissime altre e insegna loro la via per amare di più Cristo con tutto il proprio essere. Storie quotidiane, successi improvvisi, celebrazioni vissute in comunità… ogni episodio trova in qualche modo Cristo, e in lui un’occasione per correggere i nostri atteggiamenti e poterlo amare di più.

Attravero tablet, quaderni, smartphone o qualsiasi risorsa abbiano sotto mano, le Domenicane di Lerma ci insegnano che non ci sono scuse per non evangelizzare e che anche nei modi più casuali come un piccolo messaggio di Whatsapp possiamo promuovere un grande cambiamento nella vita di qualcuno che ha bisogno di Gesù.

“È parte della nostra spiritualità domenicana: ‘Contemplare e dare ciò che si è contemplato’, recita il nostro motto. Cristo ci rende felici… e vogliamo condividerlo con i nostri fratelli!”, ha commentato suor Leticia.

Per quanti vogliono conoscere quotidianamente la Sfida dell’Amore (bisogna aggiungere che si sono unite persone di varie parti del mondo, come Grecia, Messico, Russia, Argentina e Germania), le monache domenicane hanno avviato anche un blog sul sito Religión en Libertad in cui inseriscono le sfide inviate via Whatsapp.


1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here