Foto di Philippe Ramakers da Pixabay

La prima ricetta del prete: il pane azzimo!

 Il parroco della chiesa del Cuore Immacolato di Maria di Cuneo, don Carlo Occelli conduce un nuovo programma su you tube intitolato “Master Don” e apre la sua prima puntata dicendo “Massaie della Granda, eccomi qua per la nostra prima video ricetta”.

L’iniziativa multimediale parte dall’associazione “Gli argonauti” composta da giovani parrocchiani impegnati a creare momenti di solidarietà e condivisione mirati soprattutto agli anziani.

Sul canale you tube di don Carlo, dal lunedì al venerdì, verranno caricati dei video per trascorrere un po’ di tempo in compagnia.

Don Carlo come prima ricetta sceglie il pane azzimo, (senza lievito, sale e olio) una tradizione ebraica in ricordo dell’Esodo israelita dall’Egitto.

Nel video don Carlo ricorda: «Loro scappavano e potevano uscire, ma noi dobbiamo restare a casa – Per la fretta, non avendo il tempo di far lievitare la pasta, furono geniali: pane senza lievito».

Detto ciò, il parroco prosegue con gli ingredienti della sua ricetta: (300 grammi di farina, 135 grammi di acqua), e comincia ad impastare con la canzone di sottofondo «Evenu Shalom Alehem» (E sia la pace con noi), un messaggio di speranza per tutti. Preparate le palline, stesa la pasta con il mattarello, dopo 7 minuti in forno il pane azzimo è pronto per la classica prova dell’assaggio.

Alla fine, dopo aver ottenuto il risultato desiderato, don Carlo dice: «Ricordate il passaggio del Vangelo quando un personaggio (Giuda nell’ultima cena, ndr) intinse questo pane nel piatto di Gesù. Potete utilizzarlo per la cena del giovedì Santo, invito tutti a farlo e a spezzarlo. In fondo, le nostre ostie nascono proprio da questo» (La Stampa, 10 aprile).

Don Ocio (per gli amici) è conosciuto anche per aver aperto la sua canonica nel 2018, ai poveri, e aver messo in piedi quattro alloggi di accoglienza e un orto, per dare lavoro a chi non ne ha.

Leggi anche:  Sacerdote benedice con una pistola a giocattolo

L’altruismo per i bisogni del prossimo, dei più deboli (come dice il Papa) è un bene che si fa a Cristo. D’altronde gli anziani, i poveri, più volte … sono quelle categorie che vengono attenzionate dal Papa come bisognose di cure, attenzioni e bene. Don Carlo con i suoi video, cerca di tenere in compagnia tutti quegli anziani, quelle persone che in un periodo particolare di emergenza coronavirus, sono costretti a stare in casa da soli, lontano dagli affetti più cari. Una video ricetta di pochi minuti, può essere un occasione di sorriso, di svago e di buon umore.

Per chi volesse vedere le ricette di don Carlo, basta andare nel suo canale you tube “Gli argonauti Cuneo”.

Rita Sberna

 

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here