Come tutti abbiamo appreso dal #tg in questi giorni, a Gela in provincia di Caltanissetta è avvenuta l’ennesima strage familiare: una madre che ha ucciso le due figliolette costringendole ad ingerire la candeggina. Sul volto delle bimbe segni di graffi procurati dalla madre che con forza teneva aperte le loro bocche.

La madre, un’ insegnante di sostegno precaria, dopo aver compiuto questo gesto demoniaco ha tentato il suicidio gettandosi dal balcone ma il marito (un ingegnere) è riuscito a fermarla.

Non ci sono parole per esprimere l’atrocità di quest’accaduto. I carabinieri stanno indagando ma non risultano cartelle cliniche che attestino una qualche patologia o squilibrio mentale della madre, per cui a me da persona cristiana e credente viene da dire che questa madre si è fatta usare dal maligno che tutti conosciamo col nome di satana.

Ma c’è tra i cristiani, chi crede ancora che questi accaduti siano soltanto causati da depressione o disturbi emotivi vari. Una madre per sua natura, ama i suoi figli (carne della sua carne) più della sua stessa vita, anzi sarebbe pronta a morire per la loro salvezza.

L’uccisione dei propri figli è un azione contro natura che va aldilà del pensiero umano. E’ un azione demoniaca!

Padre Amorth diceva sempre che dietro agli omicidi c’è sempre lo zampino del demonio. Tutto ciò che è sangue, violenza e odio non viene da Dio.

Con questo non significa che chi compie questi gesti sia un posseduto, o semplicemente un malato mentale. Non dimentichiamoci che se i posseduti (come diceva Padre Amorth) sono rari, esistono anche le vessazioni diaboliche ed a quelle siamo tutti soggetti.

Che Dio abbia misericordia di questa “madre”.

Rita Sberna

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here