foto da pixabay

Tobia e Sara ci insegnano come difendere il proprio matrimonio dalle insidie del diavolo.

 Il diavolo Asmodeo è un professionista per far cadere l’uomo nel peccato di lussuria, ira e cupidigia, uno dei suoi hobby preferiti è distruggere e si diverte molto nella distruzione delle coppie e delle famiglie.

Nella Bibbia è molto presente soprattutto nel racconto di Tobia e Sara. La storia di questa coppia non è altro che la battaglia tra il bene e il male, ma con l’aiuto di Dio questi due sposi riusciranno a mettere in salvo il loro matrimonio.

E qui dobbiamo riportare una frase di Giovanni Paolo II del 1984 che dice al riguardo: Questa prova della vita e della morte ha pure un altro significato che ci fa comprendere l’amore e il matrimonio degli sposi novelli. Infatti essi, unendosi come marito e moglie, si trovano nella situazione in cui le forze del bene e del male si combattono e si misurano reciprocamente.

Per cui Asmodeo vuole distruggere “tutti” i matrimoni non alcuni ma tutti senza distinzione, cerca di trovare uno spiraglio per intrufolarsi e iniziare la sua battaglia contro il bene.

Faccio un invito a leggere il libro di Tobia e Sara per capire meglio come agisce questo demone. Intanto usa delle strategie per creare disturbo e iniziare a distruggere gli sposi.

L’arroganza di non chiedere aiuto

Molte coppie non pregano e nonostante si siano sposate in chiesa, concretamente non hanno incluso Dio nel loro amore, allora pensano (illudendosi) che le gioie e i problemi sono una cosa che riguardano solo loro come coppia e quando hanno qualche difficoltà ovviamente non chiedono aiuto a Dio ma pensano di potercela fare con le loro forze. Niente di più sbagliato! Ecco che interviene Asmodeo per distruggere.

Leggi anche:  Due Sposi: Abbiamo scoperto l'amore a Medjugorje

Colpevolizzarsi a vicenda

Sia il marito che la moglie hanno difetti, sono persone fragili ed è inutile fare il classico ping pong, dove ci si rinfaccia a vicenda gli errori ma bisognerebbe costruire anzichè distruggersi a vicenda, riparare e curare le ferite per andare avanti.

Arrendersi nelle difficoltà

Stare accanto nella buona e nella cattiva sorte. Il matrimonio non è fatto solo di rose, fiori, cuori e cene a lume di candela. E’ fatto anche di croci e bisogna avere la capacità di stare accanto all’altro proprio nelle difficoltà, chiedere aiuto a Dio per avere la forza di superarli insieme.

Escludere Dio

Questo punto sta alla base di tutte quelle coppie in cui Asmodeo è riuscito nell’intento di distruggerle: c’è riuscito perché quella famiglia ha escluso Dio. Invece Dio dovrebbe stare tra il marito e la moglie, perché nel giorno del Sì, Dio era in mezzo a loro e ci vuole restare solo se la coppia glielo permette. In ogni scelta piccola o grande che sia, si dovrebbe chiedere l’aiuto e il parere di Dio, altrimenti escludendolo si diventa prede vulnerabili per il demone distruttore.

 

Ovviamente su questo argomento molte cose si potrebbero scrivere ma bastano queste per rendersi conto che la famiglia rimane unita se c’è Dio, altrimenti Asmodeo avrà la strada spianata per arrivare nell’intento di distruggere.

 

 

 

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here