Le inquietanti profezie del Papa Buono

Pochi sanno, che anche il Papa Buono, Giovanni XXIII, avrebbe anticipato gli eventi dell’umanità fino all’anno 2033. È questa la data, almeno, fino alla quale si estendono le visioni sul futuro che, nel volume di ormai quarantennale pubblicazione e fuori edizione “Le profezie di Papa Giovanni” (Edizioni Mediterranee, 1976), gli attribuisce l’autore, un giornalista esperto in questioni religiose ed esoteriche, Pier Carpi, scomparso nel 2000.

L’autore racconta nell’Introduzione di come sia venuto in possesso, in modo misterioso, di quello che sarebbe il diario originale, segreto, di Papa Angelo Roncalli, con le profezie che risalirebbero al tempo in cui era nunzio apostolico in Turchia. Tra le profezie, alcune descrivono i Pontefici che gli sarebbero succeduti, fino appunto al 2033. Tra questi, Papa Benedetto XVI – Benedetto, Benedetto, Benedetto – e Papa Francesco, annunciato già nella profezia in cui si parla di Papa Benedetto XVI: Ti farai scalzo e camminerai con il santo scalzo. Il santo che camminava a piedi scalzi è Francesco d’Assisi, come scrive anche l’Anonimo Perugino nella biografia ufficiale; scalzo pure nel senso metaforico dell’umiltà di carattere e della semplicità di cuore. Benedetto XVI, con le sue dimissioni, si è fatto scalzo, come san Francesco, nel senso che si è “spogliato” del mondo e si è ritirato in un convento, “Mater Ecclesiae”, dove, tra l’altro, hanno abitato le suore carmelitane scalze. E proprio il nome di Francesco, per la prima volta nella storia della Chiesa, ha scelto di assumere il suo successore, Jorge Maria Bergoglio, più volte definito, da Papa Giovanni XXIII, il “santo scalzo”.

È tempo di persecuzioni e di guerre “di religione”: I fratelli d’Oriente e d’Occidente si uccideranno e nell’assalto uccideranno i loro figli.

Il Papa Buono avrebbe previsto, in modo perfettamente chiaro, molti eventi. Per esempio, Vatileaks: Le sue carte saranno nascoste. Le sue carte saranno rubate. Poi, ha precognizzato le dimissioni di Benedetto XVI e due Papi, che insieme avrebbero guidato la Chiesa come due fratelli, e nessuno sarà padre vero. La Madre sarà vedova. Nella sua prima visita ufficiale al Papa emerito, Papa Francesco lo ha salutato proprio con queste parole: “Cammineremo insieme, come due fratelli”.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here