La storia di Padre Candido Amantini, un Santo Esorcista

Dopo lunga attesa il suo corpo è stato traslato dal cimitero monumentale del Verano di Roma, al Pontifico Santuario della Sacala Santa, il 21 marzo 2012 alla presenza della figlia spirituale e di Padre Gabriele Amorth. Gli fù riconosciuto il titolo di Servo di Dio.
Si è aperta ufficialmente la causa di beatificazione il 13 luglio 2012, molte grazie e miracoli si attribuiscono alla sua intercessione.
Fu chiesto a Padre Candido, nel corso di un’intervista: «Lei non si sente solo? Cosa c’è nel suo animo quando esorcizza?».
E lui rispose, con tutta naturalezza: «È come quando celebro la messa, anche se sono due cose diverse. La disposizione interiore è la stessa: sto compiendo un ministero legato non alla mia persona, ma al mio sacerdozio; legato al comando di Gesù: “cacciate i demoni”. È un’azione della Chiesa, che è Chiesa militante».  (Fonte: http://www.veniteadme.org)

 


1 COMMENT

  1. Ne serviranno molti come lui nei tempi che dovremo affrontare.
    Quanto lo capiscono i vescovi? E quindi il Papa?
    Era il ministero principale di Gesù: quello della Redenzione tramite la liberazione e la guarigione.
    Il Ven. Padre Candido doveva essere un campione di pazienza e bontà, doti necessarie per un santo esorcista.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here