la scelta

Film di Ambra Angiolini e Raoul Bova  diretto dall’attore e regista Michele Placido.

 

La Scelta è un film sentimentale uscito in tutte le sale cinematografiche nell’anno 2015, ha riscosso un enorme successo, tantè che l’attrice Ambra Angiolini, la quale interpreta la protagonista del film, grazie a questa pellicola si è aggiudicata un premio.

Il film è ispirato ad un’opera  teatrale di Luigi Pirandello “L’innesto”, i protagonisti sono una coppia di sposi interpretati da Ambra Angiolini e Raoul Bova, che per anni avevano un desiderio, quello di diventare genitori.

Per certi versi questo film di Michele Placido risulta complesso, il tutto gira attorno al tema della maternità e della paternità ma soprattutto il problema principale da sviluppare e da trattare è l’accettazione di un figlio che potrebbe arrivare dopo tanto tempo, in circostanze non proprio consone alla coppia e che non potrebbe essere figlio del papà.

La sceneggiatura del film sembra presentare un periodo abbastanza storico, dove lo “stupro” era una malattia da combattere e da nascondere qual’ora succedesse. La protagonista fa fronte ad un dramma che la porta poi a scontrarsi con il suo desiderio di maternità e l’amore per il marito.

La coppia dovrà affrontare delle scelte molto dure e faticose, ma sarà un elemento fondamentale , l’intervento del commissario dei Carabienieri interpretato da Michele Placido, il quale sarà molto diretto, dando consigli alla coppia in crisi.

In Italia “La scelta” ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 1,1 milioni di euro e 479 mila euro nel primo weekend.

Oltre ad Ambra Angiolini, Raoul Bova e Michele Placido, troviamo gli attori Valeria Solarino e Manrico Gammarota.

E’ un film che porta a riflettere anche su una questione molto delicata “l’aborto”, e da questo scaturiscono una serie di domande che chi è vittima di “stupro” dovrebbe porsi, una delle tante è “Che colpa ha questa creatura che porto in grembo”? D’altronde uno stupro non può risolversi con l’interruzione di una gravidanza. I bambini sono sempre un dono e non devono pagare il dramma dei grandi.

Credo che il pubblico guardando questo film, specialmente le donne, si immedesimino nel ruolo difficile della protagonista, chiedendosi “Io che scelta farei?”.

Rita Sberna


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here