La purezza nei fidanzati e negli sposati

Non tutti gli uomini sono tenuti ad esercitare la purezza nella stessa maniera, perché diversi sono gli impegni assunti nella scelta dello stato di vita. E necessario, pertanto, esaminare come deve essere la purezza nei vari stati di vita, rappresentati dalle singole perso ne. Queste sono:
1) I Sacerdoti
2) I religiosi
3) I fidanzati
4) Gli sposati
5) I vedovi
6) I non sposati
Ritengo opportuno fare una distinzione fra i suddetti vari stati di vita: fra quelli cioè che avranno (fidanzati) o hanno (sposati) la possibilità di compiere lecitamente l’atto coniugale e tutti gli altri per i quali è vietato. Tratterò pertanto, la purezza nei fidanzati e negli sposati e poi, in altro capitolo, la purezza negli altri stati di vita.
1) I fidanzati

1 – I fidanzati sono due persone, un uomo e una donna che, spinti da mutua simpatia hanno iniziato una serie di incontri e conversazioni, durante le quali sono pervenuti alla promessa di un futuro matrimonio e si accingono a prepararsi alle nozze.

2 – È molto opportuno che i due fidanzati, prima di compiere il primo passo della promessa, chiedano consiglio a chi è competente in questo campo: ad un sacerdote saggio e di intensa vita spirituale, meglio se specializzato anche in materia e dottrina matrimoniale.
I genitori, il parroco e il confessore hanno “il dove re di aiutare i fidanzati a prepararsi meglio al matrimonio” (Cfr. Conc. Vat. II, “Apostolicam actuositatem”, n. II e Can. 1063).
“ I fidanzati sono ripetutamente invitati dalla parola di Dio a nutrire e potenziare il loro fidanzamento con un amore casto…” (Conc. Vat. Il, “Gaudium et Spes”, n.49).

3 – Per quanto riguarda la purezza, ai fidanzati per sé non è lecito più di quanto è lecito anche alle altre persone non sposate fra loro, legate solo da vincoli di amicizia.
Ai fidanzati, tuttavia, è lecito baciarsi e abbracciarsi reciprocamente in modo onesto per manifestarsi il vicendevole amore. Tuttavia non è loro lecito acconsentire a sensazioni sessuali che, eventualmente e naturalmente, ne derivassero: a questo punto devono astenersi da tali manifestazioni di affetto.

4 – I fidanzati, per la loro situazione, si trovano in occasione prossima necessaria di peccato, ma essi devono fare in modo che tale occasione prossima diventi remota, evitando le solite e comuni occasioni prossime di peccato, astenendosi in modo particolare dal trovarsi da soli in ambienti, situazioni e circostanze tali che potrebbero indurre al peccato impuro; usando, inoltre, i mezzi spirituali che il Signore ha messo a nostra disposizione: la preghiera, l’uso frequente dei sacramenti, la meditazione delle verità eterne, la mortificazione, ecc., mezzi che esamineremo più avanti nel capitolo ottavo.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here