Junior Cally foto presa da youtube

E ogni anno siamo sempre punto e a capo, prima che “Sanremo” approdi in prima serata, ci sono mesi e mesi di polemiche, giri di parole, scandali ecc …. e infatti anche in questo #Sanremo2020 si inizia ad indignarci, o almeno ci proviamo ad alzare un pò la voce. Perchè? Perchè arriva un losco personaggio a calcare il palcoscenico, il suo nome d’arte è Junior Cally e il suo curriculum non promette bene tra condanne e roba varia.

Ha 28 anni, il suo volto è coperto da una maschera (scusate ma mi sembra uscito da un film horror) le sue canzoni sono un mix di violenza, pro femminicidio, odio, sesso, alcool…  devo continuare?

Va bene, continuo!Una delle canzoni incriminate è “Strega” mentre al Festival di Sanremo è in gara con “No, grazie” , vi lascio il piacere di leggere parte del testo della prima canzone sopra citata:

Robin Hood, deruba ricchi
Malibù, limone a spicchi
Si fanno le storie con quaranta fighe
Ma poi arrivo io quindi tu non ficchi
Dentro al gioco, chiappe strette
Amici rapper, solo marchette
Voglio vedere la vostra faccia sopra i pacchetti delle sigarette
Sì, li ho uccisi tutti quanti io
Sì, li ho uccisi, signor maresciallo
Gliel’ho servita come han fatto loro
Gliel’ho servita sopra a un piatto caldo
Testa alta quando ti parlo
Guardami in faccia quando ti parlo
Mi hanno sfidato, è stata una cazzata
Come quando scopi e ti togli in ritardo

Vi risparmio il testo integrale perchè mi sta venendo un leggero voltastomaco. Bene! Anzi male, malissimo! Vorrei sapere dalla Rai (Radio Televisione Italiana) la quale prende dai cittadini anche un contributo economico, chi sono quegli autori intelligenti che hanno approvato una spazzatura di testo e hanno eliminato invece tutti quei testi che meritavano applausi ed elogi non solo a Sanremo ma in tutti i famosi Festival di musica!!!

Stare zitti non serve a niente e se siamo arrivati a questo punto è anche colpa nostra perchè siamo dei “pecoroni” bravi a lamentarci ma pessimi ad intervenire!

E allora cari amici rimediamo, facciamoci sentire. Dio ve ne renderà merito!

Contatta la Rai. Clicca qui


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here