Jelena vasilj: esperienze profetiche con il demonio

L’1/1/1986 Jelena, ad un gruppo di Modena, ha riferito: La Madonna ha detto tante cose della televisione: la televisione tante volte la mette vicino all’inferno. Ecco una dichiarazione significativa di Jelena: Il male è tanto, ma al momento della morte Dio concede a tutti, grandi e piccoli, l’attimo per ravvedersi. Sì, anche ai bambini, perché loro pure fanno del male, sono a volte cattivi, invidiosi, disobbedienti, e per questo bisogna insegnare loro a pregare.

Ai primi di giugno 1986 erano presenti a Medjugorje alcuni “esperti” di parapsicologia, che si dicevano “chiamati là da un’entità benefica”. Jelena ha detto: “I medium agiscono per influsso negativo. Prima di prenderseli all’inferno, Satana li lascia muovere e vagare ai suoi ordini, poi se li riprende e chiude la porta dell’inferno“.

Il 22 giugno 1986 la Madonna ha dettato a Jelena una bellissima preghiera, che tra l’altro dice:

O Dio, il nostro cuore è nel buio profondo; ciononostante è legato al tuo cuore. Il nostro cuore si dibatte tra Te e Satana: non permettere che sia così. E tutte le volte che il cuore è diviso tra il bene e il male, venga illuminato dalla tua luce e si unifichi. Non permettere mai che dentro di noi vi possano essere due amori, che mai possano coesistere due fedi e che mai possano coabitare in noi la bugia e la sincerità, l’amore e l’odio, l’onestà e la disonestà, l’umiltà e la superbia.

Jelena, di passaggio a Medjugorje per le vacanze di Natale 1992, ci ha aperto il cuore su quello che vive in questo tempo. Ogni giorno sente le sue locuzioni interiori accompagnate da immagini intime e sembra immersa in una contemplazione sempre più profonda, pur essendo studentessa. La sua ultima scoperta: “Ho visto che la Vergine nella sua vita terrena non ha mai cessato di pregare il Rosario”. – Come? – le ha chiesto suor Emmanuel – ripeteva l’Ave Maria a se stessa? – E lei: “Certo che non salutava se stessa! Ma Essa meditava continuamente nel suo cuore la vita di Gesù e il suo sguardo interiore non Lo lasciava mai. E noi nei 15 misteri non ripassiamo nel nostro cuore tutta la vita di Gesù (e anche quella di Maria)? Questo è il vero spirito del Rosario, che non è solo recita di Ave Maria”. Grazie, Jelena: con questa confidenza luminosa ci hai fatto comprendere perché il Rosario e un arma così potente contro Satana! In un cuore tutto rivolto a Gesù e pieno delle meraviglie che Egli ha compiuto per lui, Satana non potrà trovare posto.

Fonte: http://medjugorje.altervista.org/doc/jelena/demonio_jelena.html


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here