#Medjugorje  

Il settimanale sportivo croato “Max!” , un paio di giorni fa’ , ha intervistato il neo-vincitore del doppio maschile del Roland Garros Ivan Dodig. Ecco cosa racconta ai Giornalisti su Medjugorje , della traduzione dell’intervista all’attuale n.4 della classifica ATP di doppio (suo best ranking), subito dietro al partner Marcelo Melo e ai due finalisti di Parigi, i fratelli Mike e Bob Bryan.

Le persone nel mondo conoscono Medjugorje?
“Sinceramente la mia esperienza mi fa dire che Medjugorje è molto conosciuto nel mondo. In primo luogo grazie alla Madonna. Molte persone dell’ambiente del tennis sono state qui, e hanno parlato di questo con me e Marin, della loro esperienza, del rinnovamento spirituale. Anche noi cerchiamo di spiegare alla gente che questo è un posto speciale. Sono grato alla Madonna di Medjugorje per aver dato a me e a Marin il talento, così come a tutti gli altri atleti di Medjugorje. Siamo stati benedetti con un dono e dobbiamo essere sempre grati.”
(Dodig si riferisce principalmente agli altri atleti di vertice provenienti dalla località erzegovese, il portiere di pallamano, già nazionale croato, Marin Sego, il nazionale bosniaco di basket Andrija Stipanovic – che ha giocato anche in Italia, a Caserta e a Cremona – e l’ex portiere di calcio Vladimir Vasilij, anche lui con un paio di presenze nella nazionale croata. Tutti e tre cresciuti nella stessa via in cui sono cresciuti lui e Cilic, fatto noto in Bosnia-Erzegovina e in Croazia e definito qualche anno fa dai media locali “il miracolo sportivo di Medjugorje”, ndr).”


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here