I fuoriusciti da Scientology raccontano le violenze subìte nella presunta ‘prigione’ della setta

“Onestamente, i motivi potevano essere molti. Dal rispondere in modo sbagliato a una domanda, o non rispondere, o un’espressione strana della faccia, o addormentarsi dopo essere restati svegli per due giorni — cioè, bastava qualsiasi cosa e finivi in The Hole”, ha detto l’ex portavoce di Scientology Mike Rinder in “Leah Remini: Scientology and the Aftermath”.

Mike Rinder ha detto che i 100 e passa che erano tenuti in The Hole dovevano mangiare “sbobba” e che non potevano andare e venire a loro piacimento.

Le porte erano sbarrate, c’erano grate alle finestre e una sola porta d’ingresso presidiata 24 ore al giorno”, ha detto Rinder in “Going Clear”.

In “Going Clear”gli ex dirigenti di Scientology dicono di essere stati obbligati a giocare alle sedie musicali e che solo il vincitore avrebbe potuto restare in Scientology. Gli altri sarebbero stati cacciati senza il permesso di vedere o parlare più con i propri famigliari membri di Scientology. Alla fine di una sessione di gioco tesa e violenta, Miscavige avrebbe detto che potevano restare tutti.

Altri racconti di abusi fisici e mentali in The Hole includono un dirigente che doveva stare sotto la corrente gelida di un condizionatore mentre gli veniva lanciata contro dell’acqua, una donna che è stata picchiata dagli altri membri fino a che non ha confessato di essere lesbica, e un altro membro che ha dovuto leccare il pavimento del bagno per mezz’ora.

Secondo alcuni ex membri, c’era una pressione costante affinché chi era all’interno di The Hole confessasse le proprie azioni contro David Miscavige e Scientology. Era risaputo che Miscavige attaccava fisicamente i dirigenti in The Hole.

Ecco l’equivalente del Papa che improvvisamente ti sbatteva a terra”, ha detto Tom DeVocht in “Going Clear”, riguardo al fatto di essere stato picchiato da Miscavige. “Allora pensi, ‘Devo aver fatto qualcosa di davvero molto sbagliato’”.

Ma pare che anche gli occupanti ricorressero alla violenza tra di loro per estorcere confessioni.


1 COMMENT

  1. Non deve meravigliare che nelle sette si ritrovi ciò che è successo per secoli, per non dire per millenni, nella società con struttura gerarchica di qualunque tipo (monarchica, oligarchica, tirannica, mafiosa, naturalistica, pseudo-democratica e simili).
    Il punto è domandarsi se è giusto o è sbagliato.
    Il sentire l’influenza reciproca infatti dipende dalla Parola e dagli istinti: gruppi di persone e di animali si comportano similmente, e Dio non fa eccezione. Nemmeno gli angeli.
    Per cui perché scandalizzarsi? Il futuro è questo.
    D’altronde nessuno vuole andare dall’esorcista per diventare latte che non ha problemi!
    Il problema è che la cosa se gestita male, porta frutti molto amari e discutibili; ma se gestita bene, ovvero come la Chiesa Cattolica ha fatto per secoli (perlomeno fino al Concilio Vaticano II escluso), può portarte frutti molto buoni che servono al servizio reciproco.
    E’ il ‘lavatevi i piedi gli uni gli altri’ che vuole Gesù per coloro che vorranno far parte del nuovo Regno rispettando la gerarchia sulla cui sommità è Gesù e la SS. Trinità e subito sotto l’Uomo e la Donna.
    Si ripropone esattamente quello che è successo all’inizio della creazione dell’Uomo.
    Siete disposti ad accettarlo? Solo così l’Uomo vi potrà aiutare.
    Altrimenti lo sterminio della razza umana è alle porte.
    Non c’è da scherzare.
    Fa allora meglio scientology ( o i Testimoni di Geova) a torturare le menti ma a preparare le persone al peggio o la Chiesa Cattolica a sottovalutare la cosa?
    Non credo che sia tutto così scontato …

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here