Spetta a noi scegliere di seguire Cristo o scegliere di seguire Satana. La scelta è soltanto nostra.

Ho trovato interessante una riflessione in questi giorni che poneva un esempio: immaginate che nello stesso istante squillano due telefonini: la prima chiamata è da parte di Gesù e contemporaneamente nell’altro telefonino vi è in chiamata Satana. A quale telefonata rispondereste e quale ignorereste?

Questo esempio “assurdo” vuole portarci ad una veritiera riflessione: sia Cristo che Satana ci chiamano costantemente e ci chiedono di seguirli. Cristo ci chiede di seguirlo sulla via dell’amore, della Croce, del perdono che ci conduce alla vita eterna e alla gioia senza fine, Satana invece, ci chiede di seguirlo nelle strade contornate da false luci, fatte di violenza, di odio e di malvagità … strade che ci porterebbero alla dannazione eterna.

Tornando al nostro esempio, il problema è che molti oggi, rispondono alla telefonata di Satana ignorando quella di Cristo: si vedono infatti i risultati nella nostra società!

Gli inviti di Satana secondo sant’Ignazio di Loyola

Sant’Ignazio di Loyola diceva che Satana ci invita mediante tre caratteristiche: l’avidità, la vanagloria e l’orgoglio. Satana insegna ad amare le cose e a scartare le persone a differenza di Cristo che ama le persone al punto di dare la sua vita stessa ed utilizza le cose per il bene delle anime.

La vanagloria è presente nei social network

Oramai con l’introduzione di queste nuove figure virtuali gli “influencer” ci siamo abituati alla mentalità pericolosa che se “non hai milioni di followers non vali niente, non sei nessuno”.

Gli influencer (la maggior parte per lo meno) presentano una vita contornata di materialismo, dove le cose, le marche, i brand stanno al centro della loro esistenza. Ed infatti riescono con il loro modo di fare a ricevere milioni di click e ad essere una vera “influenza” per i milioni di giovani che li seguono.

Leggi anche:  Apre una chiesa consacrata a satana in Texas

Cristo ci ricorda questo: “Siate pronti ad abbandonare tutto ciò che viene contaminato da Satana” e allora certi “tagli” non fanno che bene alla nostra anima.

Scegliamo di rispondere a Cristo

La scelta (come dicevo dall’inizio) è soltanto nostra. Siamo noi a dover scegliere se rispondere a Cristo o a Satana, siamo sempre in tempo per fare la scelta giusta fin quando saremo ancora in cammino su questa terra. Cristo ci promette l’eternità, ciò che dura per sempre, il maligno ancora una volta tenta ognuno di noi con le stesse tentazioni che fece a Gesù nel pieno dei suoi 40 giorni nel deserto: “Di nuovo il diavolo lo portò sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò se, gettandoti ai miei piedi, mi adorerai». Allora Gesù gli rispose: «Vattene, Satana! Sta scritto infatti: Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto”. Allora il diavolo lo lasciò, ed ecco, degli angeli gli si avvicinarono e lo servivano.” Vangelo di Matteo 4, 8-11

Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here