Nella parrocchia Sant’Elena di Messina, l’ennesima profanazione, del Corpo di Cristo e del tabernacolo; la chiesa in cui si venera Sant’Elena è stata profanata, staccando dal muro letteralmente il tabernacolo in cui sono state rubate le ostie e le reliquie di Sant’Elena.

Non è la prima volta che si assiste nelle chiese del mondo, a tali “diavolerie”. Il termine non è a caso, perchè chi profana e ruba le ostie, non sono che adepti di sette sataniche, che utilizzano il Corpo di Cristo e le varie reliquie appartenenti ai santi per compiere i loro rituali satanici.

Preghiamo affinchè tutto questo scempio possa terminare per sempre.

W il preziosissimo e potentissimo Corpo e Sangue di Gesù Cristo.

Rita Sberna


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here