foto da pixabay

L’amore e le sue dimostrazioni

 San Paolo nei suoi passi si rivolge alle mogli, oggi più che mai le parole di questo apostolo vengono travisate da molte donne e uomini, che traducono quelle frasi in parole di “asservimento”: “Sappiano piuttosto insegnare il bene, per formare le giovani all’amore del marito e dei figli, ad essere prudenti, caste, dedite alla famiglia, buone, sottomesse ai propri mariti” (Tito 2, 4-5).

Queste parole dell’apostolo Paolo non vanno né smentite e né prese alla lettera, ma sarebbe bello che ogni donna facesse suo, ogni parola di San Paolo, comprendendone il vero significato che d’altronde non è altro che il servizio in famiglia, il prendersi cura dell’altro in maniera gratuita, fare gesti d’amore proprio come la Chiesa fa con le anime dei fedeli.

Oggi più che mai tanti matrimoni vanno alla deriva, per vari motivi, tra i tanti motivi vi è quello della trascuratezza da parte delle mogli, soprattutto quando poi vi è anche l’arrivo dei figli.

Per tale motivo, vorrei esporre alcuni consigli da attuare per dimostrare al proprio marito l’amore che ogni moglie prova per lui.

Non bisogna mai lamentarsi di lui, di fronte a parenti e amici

Il marito e la moglie con il sacramento matrimoniale diventano una sola cosa, sarebbe imbarazzante per il marito, ascoltare le lamentele della moglie d’innanzi ad altre persone: i panni sporchi si lavano a casa.

Fare più complimenti e meno critiche

Bisogna esercitarsi ad essere più predisposti a complimentarsi con l’altro anziché criticare, il dialogo nella coppia e il confronto devono essere alla base di tutto.

La moglie deve essere sempre attraente

Leggi anche:  Il Salmo 22 ci guarisce dai ricordi del passato

Vedo tante donne che una volta sposate, smettono di curarsi, di truccarsi, di farsi una piega, di vestirsi alla moda … e con questo non voglio dire che la donna deve essere vanitosa ma deve continuare ad essere curata per il proprio marito ma anche per se stessa.

Perdonare, perdonare, perdonare 70 volte 7

Sbaglierà e ri-sbaglierà, bisogna essere sempre aperte e pronte al perdono. D’altronde anche noi sbagliamo! Il perdono ci fortifica e ci fa rialzare ed anche i mariti meritano di essere perdonati dalle loro mogli.

 Amalo anche nei giorni NO

E’ facile dire “Ti amo” quando tutto va bene e c’è un’atmosfera serena di calma e serenità, ma le volte che tornerà da lavoro stressato e nervoso e tutto gli darà fastidio, cosa farai? Lo amerai lo stesso o lo condannerai? Bisogna sapere amare sempre, in ogni istante, nella buona e nella cattiva sorte.

Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here