Due Sposi: Abbiamo scoperto l'amore a Medjugorje

Ogni permissivismo è micidiale!

Caro Don Angelo, per me non avrei mai scritto, ma da quando il Padre… ha saputo che avresti pubblicato volentieri qualche testimonianza che venisse anche dalle famiglie non mi dà tregua finché non ti avrò inviato io qualche cosa; scrivo dunque per obbedienza.

Nella chiesa di Medjugorje sono entrato dopo un lungo viaggio una beata sera di novembre del 1983. Non ho potuto che piangere di gioia e poi una grande pace e la sensazione di essere finalmente arrivato. Già due mesi prima avevo iniziato un po’ di preghiera e digiuno ed ero già innamorato di Maria. Se dovessi dire solo in poche parole ciò che più mi ha colpito delle prime notizie che giungevano da Medjugorje dovrei dire: la descrizione della bellezza e giovinezza della Vergine. Dopo aver desiderato tutta la vita l’amore vero e la bellezza ecco che ne -avevo scoperto finalmente la segreta fonte, da cui ogni bellezza femminile trae un riflesso. Veramente la bellezza di Maria è il mistero del mondo tant‘è vero che è diventata la dolcissima Sposa dello Spirito Santo.

Cosa Medjugorje abbia prodotto nella mia vita è comune a molte testimonianze: e profonda, svuotare la casa, la libreria e il cuore per far posto a Dio, rinuncia ed altri impegni professionali, accoglienza di un nuovo figlio (il terzo), impegno a diffondere i messaggi, consacrazione a Maria secondo il Montfort, adesione ai gruppi di preghiera. Tutta la mia vita è stata rinnovata; in maniera diversa ma profonda è cambiata anche mia moglie, pellegrina più volte a Medjugorje con la quale abbiamo iniziato un nuovo cammino insieme. Abbiamo avuto molti doni ma sono stato molto sorpreso -perché non ci pensavo affatto- dal vedere rifiorire l’amore coniugale.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here