Doveva diventare una sacerdotessa di satana. Per 40 anni posseduta!

Ho camminato sui muri. Ero nelle mani del maligno, che mi portava con sé facendomi vivere messe nere, orge, profanazioni eucaristiche e di cimiteri. Mi spingeva a tagliarmi per farmi dichiarare pazza». Nel 1997, la consacrazione al sacro cuore di Maria e, dopo un percorso che si è concluso nel 2012 fatto di vie crucis, dolore, preghiera, esorcismi e sacrifici, è arrivata la liberazione. «È stata una sensazione che non so spiegare, qualcosa è uscito da me con violenza e mi ha resa libera. Ero a terra, senza forze ed ho visto un drago morto al mio fianco. Gesù e Maria mi hanno liberata da 582 legioni di demoni». A quel punto, il tendone si è liberato in un boato e nell’ultimo applauso scrosciante.

Fonte. Il Giornale di Vicenza


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here