Foto di Tumisu da Pixabay

Ultimamente il film “Cuties” è stato accusato di promuovere la pedofilia sessualizzando le protagoniste femminili. Ecco perchè lo scorso fine settimana negli Stati Uniti c’è stato un grande numero di annullamenti all’abbonamento Netflix.

Secondo i dati dell’azienda YipitData «i tassi di abbandono degli abbonati Netflix hanno iniziato ad aumentare il 10 settembre, il giorno dopo il lancio di “Cuties” su Netflix, quando l’hashtag “#CancelNetflix” era nel posto più in voga su Twitter».

Ma è stato sabato 12 settembre che gli annullamenti all’abbonamento Netflix sono aumentati.

Cuties il film

E’ un film scritto e diretto dalla francese-senegalese Maïmouna Doucouré. È stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival a gennaio di quest’anno e dal 9 settembre può essere visto su Netflix. In migliaia si sono ribellati sui social, perchè questo film ha promosso “una cultura di pedofilia” facendo vedere un gruppo di ragazzine undicenni ballare sensualmente.

«Amy ha undici anni e vuole appartenere a un gruppo di ragazze della sua età che ballano in modo sensuale, quindi inizia a sfruttare la femminilità e sfidare la tradizionalità della sua famiglia», afferma la sinossi.

Citizengo ha lanciato una campagna di protesta contro il film che ha raccolto più di 230.000 firme chiedendo a Netflix di ritirare questo film.

 


Leggi anche:  Discernere i film e le serie TV che guardiamo: alcune contaminano l'anima

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here