E’ dolce la vita quando tutto va secondo i propri piani.

 

Ma l’amaro prima o poi arriva per tutti e quest’amaro bisogna saperlo addolcire con l’amore e la preghiera, quella preghiera che solo Dio può ispirare nel proprio cuore.

Tutti sono artefici e padroni della propria vita e della sofferenza. La sofferenza non va ripudiata, non va rifiutata ma va accettata con coraggio e forza, quella forza che solo Dio può dare attraverso i suoi figli.

Bisogna trovarsi pronti ogni giorno al proprio trapasso, perché voi non conoscete né il giorno e né l’ora in cui sarete chiamati a lasciare questa vita terrena.

Avvicinatevi a Dio per essere salvi sin da adesso.

Puoi solo pregare per i sofferenti ed i malati, affidarli a Dio e facendo qualche piccola rinuncia nel tuo quotidiano.

Dio accetta le piccole cose fatte nel silenzio del proprio cuore, e non pensare che Dio non si accorge delle piccole cose, sarebbe una tentazione perché sono proprio le piccole cose che per Dio contano.

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here