Altro che programmi costruttivi! La Tv da spazio alla

Con il mese di settembre hanno inizio  i nuovi palinsesti dei programmi televisivi sia Rai che Mediaset. Ormai, muniti di telecomando in mano, non si fa altro che girare e saltare da un programma all’altro ma con netta delusione o anche peggio …. nausea!

Vorrei fare una breve riflessione su alcuni programmi che hanno e danno in maniera diretta e anche evidente, un netto messaggio “forte e chiaro” contro la famiglia in primis, e contro tutti i sani principi dell’uomo e della natura cristiana.

Cominciamo dal seguitissimo “Uomini e donne”, una vera e propria “pagliacciata” dell’amore (se cosi’ si può chiamare) costruito a tavolino e sceneggiato puntata per puntata. Un tronista e 30 donne ai suoi piedi pronte per essere scelte come future fidanzate. Ma peggio ancora! Novità delle novità: arriva anche il trono gay! E si, un tronista gay con 30 uomini che lo desiderano…

Qualcuno direbbe: anche questo è amore! Mi viene da piangere, al solo pensiero che molti ragazzini e ragazzine crescano guardando queste cose inguardabili!!!

Non si parla più nemmeno di “messaggi subliminali” perchè tali programmi danno un chiaro messaggio al pubblico da casa, facendo passare normale e lecito ciò che non lo è!

Per non parlare delle ultime cause del tribunale di “Forum”: in cui spesso e volentieri vengono elogiate ” le nuove famiglie” come le chiama Barbara Palombelli. Come il caso della coppia gay che si è sposata, portando in studio i confetti e il loro filmato matrimoniale. Un’ offesa per chi crede al matrimonio come sacramento e istituzione voluta da Dio e formata da un  uomo e una donna!!!


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here