Il Festival di Sanremo quest’anno sta facendo parlare molto di sè, qualcuno dirà che alla fine se ne parla  tutti gli anni … ma io credo che questo 69° Festival ha qualcosa di particolare (negativamente parlando). L’esibizione del grammofano di Virginia Raffaele con l’invocazione a satana (che approfondiremo in un altro articolo) ed il testo della canzone di Achille Lauro dal titolo “Rolls Roys” che sarebbe un tipo di droga usata dai giovani. Achille invece ha dichiarato (per giustificare il contenuto di quanto da lui stramballato sul palco) che rolls roys sia riferito ad un marchio di ricchezza, di lusso e di stile.

Ma Achille Lauro ha detto una grande fesseria perchè se leggiamo il testo è palese che “Rolls Roys” sia una droga e non a caso nel testo vengono citati un bel pò di nomi di artisti che nella loro vita hanno abusato di droghe, alcuni di questi fino a morirne.

Partiamo ad analizzare il testo dalla prima strofa:

“Sdraiato a terra come i Doors”  (vi ricordate dei doors? Il famoso Jim Morrison e gli altri componenti sono passati all’altra vita proprio per i loro eccessi di droga);

“Perdo la testa come Kevin” (Kevin è il nome del protagonista del film “Mamma ho perso l’aereo” che con l’adolescenza ha perso la testa riducendosi, come tutti sanno, ad una larva umana a causa della droga) ;

“A 27 anni come Amy” (Amy Winehouse che è proprio morta a 27 anni dopo un passato come tossica dipendente);

“Sì come Marylin Monroe” (anche lei guarda caso, morta per un overdose di pasticche);

“Chitarra in perla Billie Joe” ( Il leader dei Green day ha sempre dichiarato, guarda caso anche lui, di far uso di droghe);

Potrei contiuare per tutto il testo della canzone fino a concludere … Una cosa è certa caro Achille: non siamo fessi, la tua canzone è una vera litania di artisti morti per droga, un’esaltazione per questa gente che ne ha fatto uso … E il caro Achille Lauro è un cattivissimo esempio per i giovani.

Ma la cosa più sconvolgente sono le strofe successive alle litanie tossiche da lui appena citate dove Achille canta e dice “Voglio una vita così, voglio una fine così” il caro Lauro si augura di morire per droga, proprio come gli idioli da lui esaltati.

Ma andiamo al titolo della canzone “Rolls Roys” , il caro Baglioni in conferenza stampa ha detto che si tratta di un marchio di lusso e quindi ha preso per buona la dichiarazione del Lauro … ma noi ripeto e scrivo, non siamo fessi!

La Rolls Roys è una pasticca di droga di extasy, ce ne sono in giro una miriade ed è molto usata dai giovanissimi, vero è che richiama un marchio di lusso proprio perchè sulla pasticca è impresso il marchio della lussuosa azienda di macchine.

Nella sua esibizione a Sanremo, il caro Achille manda anche un messaggio subliminale: impugna il microfono come se fosse una pippetta per la droga.

Come dice Striscia la notizia in questo servizio, sarcasticamente potremmo dire che Achille è un grande spacciatore: vuole spacciare un auto per una pasticca!

Caro Achille non siamo fessi!

Rita Sberna

 

 

 

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here