Impronte di fuoco dall’aldilà

A Prati, nella Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, è allestito da tempo il ‘Museo delle anime del Purgatorio’, un luogo sospeso tra vita e morte, che colleziona numerose testimonianze di come i defunti che albergano nel Purgatorio rendono viva la propria presenza ai loro cari lasciando un’impronta di fuoco sugli oggetti toccati.

Dal Belgio proviene la camicia del figlio di una certa Leleux, che ricevette nel 1789 la visita di sua madre (morta) e l’invito ad abbandonare il suo stile di vita dissoluto. Su quella camicia c’è ancora il segno dell’impronta di Leleux, lasciata nel momento in cui l’amorevole madre defunta toccò la spalla di suo figlio, bruciando i tessuti di quella camicia.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here