10 cose sorprendenti che succedono quando fai Adorazione più spesso

L’Eucaristia è descritta nel Catechismo come fonte e culmine della nostra fede. Trovare il tempo per andare a fare Adorazione può essere difficile, ma se si riesce a farlo, impegnarsi in un’Adorazione regolare con cuore aperto può avere risultati sorprendenti.

“Mentre mangiavano prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: ‘Prendete, questo è il mio corpo’. Poi prese il calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. E disse: ‘Questo è il mio sangue, il sangue dell’alleanza versato per molti’” – Marco 14, 22-24

Nella cultura di oggi, l’idea di progresso interiore è drasticamente sottovalutata; spesso è considerata una perdita di tempo o un’eredità di antenati naif. In genere, solo il progresso esteriore e più palpabile vale qualcosa. La differenza principale tra i due (materiale e spirituale) è che il progresso materiale rimane al di fuori di noi. Ci offrirà certe sensazioni positive, ma è sempre corredato da un aspetto effimero e inconsistente. Un progresso interiore, dall’altro lato, significa che sei tu ad essere cambiato. Il tempo che trascorri in Adorazione potrebbe sorprenderti in questi dieci modi:

1. Sviluppi un senso di reverenza e meraviglia

awesome
© Rino Peroni/Flickr

Non c’è niente come l’atmosfera di una cappella o di una chiesa tranquilla, l’odore dell’incenso e lo splendore dell’ostensorio per aiutarti a capire la verità di ciò che sta accadendo nell’Adorazione. Siamo veramente davanti a Gesù Cristo. Il Suo Corpo, il Suo Sangue, la Sua Anima, la Sua Divinità. Più si affonda in quel silenzio di fronte all’Ostia, più si capisce che l’unica risposta sono la reverenza e la meraviglia per la grandezza del nostro Dio.

2. Sperimenti pace in altri ambiti della tua vita

tree© Pete Slater/ Flickr

Gesù ha detto: “Vi lascio la pace, vi do la mia pace” (Giovanni 14, 27). La pace esteriore che possiamo sperimentare nell’Adorazione (la quiete e il silenzio) va molto più in profondità. Porta a una pace interiore che interessa tutti i settori della nostra vita. Non significa che tutto nella nostra vita sarà perfetto e senza sofferenza, ma che sappiamo che le tempeste della vita non possono scuoterci.

3. Inizi a guardare all’esterno

animal© Ronnie Macdonald/ Flickr

Gesù ci ha detto: “Come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri” (Giovanni 13, 34). Trascorrere del tempo in Adorazione ci connette a tutto il mondo – dopo tutto, stiamo trascorrendo del tempo con il Creatore di tutte le cose! Più tempo a lodare e adorare Dio significa che riesci ad andare oltre le tue preoccupazioni e a vedere le necessità degli altri nella tua vita e nel mondo in cui viviamo.

4. A volte ti annoi

boy© Stuart Richards/ Flickr

Ci saranno volte in cui l’Adorazione non sembrerà affatto gloriosa. Ti distrai, la tua mente comincia a vagare… Forse all’inizio l’Adorazione era piena di splendidi sentimenti! L’Adorazione regolare è quando la vita quotidiana si stabilizza, e può sembrare non tanto speciale, ma questo non svaluta o non sminuisce la verità di ciò che rappresenta l’Adorazione. La nostra fede è più dei sentimenti, e Dio lavorerà ancora su di te. È questa la bellezza dell’Incarnazione – Dio ha creato l’uomo, venendo tra tutti i nostri stress, le nostre paure e i nostri problemi – e sì, della noia. Sappi che anche se un’ora trascorsa in Adorazione è un continuo ritorno a Lui ogni pochi minuti quando la tua mente vaga, stai dando comunque a Dio il meglio che puoi – il tuo tempo e la tua compagnia.

5. Ma ti emozioni andando all’Adorazione

© Alexandre Normand/ Flickr

Più tempo trascorri in Adorazione scoprendo che Dio è un Dio che ti ama e vuole trascorrere del tempo con te, più inizi a voler davvero andare. Se l’Adorazione una volta sembrava una routine, ora potresti scoprirti persino emozionato all’idea di andarci! L’Adorazione dà dipendenza, non solo per le cose che guadagniamo per noi stessi, ma perché siamo stati creati per adorare. Come diciamo nella Messa, “è cosa buona e giusta” rendere grazie al Signore! L’Adorazione è inscritta nel nostro cuore, e “il nostro cuore è inquieto finché non riposa in lui”! (Grazie, Sant’Agostino!)


2 COMMENTS

  1. L’adorazione mi piacerebbe ma non sono convinta sono le persone di una certa parrocchia che non sanno trattare le persone oggi sono andata ma quelle persone anziane da 2 anni fanno scappare i parrocchiani non mi piace certe pretese ordini di queste anziane sono 25 anni che quella parrocchia e così pretendono ordinano quella parrocchia e sempre vuota si lamentano tutti io oggi sono scappata non faccio adorazione eucaristica e il cuore della persona deve decidere non che te lo impongono con ordini un altra volta volevo fare la prima comunione a causa di queste anziane non capaci ad attirare i parrocchiani li fanno scappare io dovevo andare in chiesa tutte le mattine ero malata con trasfusioni niente comunione la gente si lamenta stop non faccio più niente

    • L’adorazione è intimità con Gesù, purtroppo ci sono persone che a vario titolo o incarichi, non dovrebbero occupare il posto che occupano, anzi, non dovrebbero nemmeno essere li.
      A mio avviso ognuno si dovrebbe cercare il posto dove sente Gesù più vicino, forse sto dicendo una bestialità, ma si potrebbe fare adorazione assistendo un malato, un carcerato, dando da mangiare ad un affamato, o da bere … o sopportando persone moleste … non è facendo questo che siamo in sintonia con Lui ? quindi non dobbiamo preoccuparci delle persone che ci impediscono, ma dobbiamo comunque cercarLo. Spesso sento dei giovani che cercano una ragazza da amare … e come al solito sbagliano domanda, bisogna cercare una persona che ti ami per come sei, non per quello che rappresenti o che hai. Gesù ci ama comunque siamo, … a prescindere. E noi come ci comportiamo con Lui ? Io mi stupisco come Dio ci ami ancora, nonostante l’uomo.

Comments are closed.