Nel nome di Gesù, ogni ginocchio si pieghi

“Dove arrivo Io arriva anche Satana”

Non meravigliamoci se chi serve Maria si imbatte in prove di ogni genere. Attenzione: “dove arrivo Io, là arriva anche il diavolo”, ma col passo felpato per non farsi notare. Lei è la grande avversaria di Satana. Un minimo tentativo di bene autentico, ogni movimento di conversione o di buona volontà, ogni iniziativa di grazia sembra muovere al contrattacco tutte le forze dell’inferno, mentre sono lasciati in pace quelli che vivono nel torpore o nella pigrizia spirituale. Ma Satana cerca anche la rovina fisica ed esistenziale dell’uomo perché è “omicida fin dal principio” (Giov 8), provocando incidenti, malanni, disgrazie, depressione e disperazione (che sono l’anticamera dell’inferno, dove non si crede nell’amore) perché si maledica Dio e non si creda nella sua bontà e si abbandoni l’unico Bene.
In modo speciale il diavolo si accanisce ed è sempre in agguato contro i servi di Maria per scoraggiarli e stroncarli, muovendo attacchi dall’esterno e dall’interno. Difatti sta scritto che egli è “l’accusatore dei fratelli, colui che li accusa davanti a Dio giorno e notte” (Ap 12).

“Egli viene a voi con ira grande”

Ma c’è già nella Parola di Dio la spiegazione di questo accanimento: “Egli verrà a voi con ira grande, sapendo di avere poco tempo”. Ecco come si spiega anche l’attuale dissolversi della legge morale e del tessuto della società e, nella Chiesa, il venir meno di tante anime consacrate, il voltafaccia di tanti figli cresciuti nel suo grembo, le divisioni profonde. Da ultimo la contestazione pubblica di teologi, che si basano più sulla fede intellettuale che su quella dell’esperienza, che non sembrano tener conto dello scandalo dei piccoli, ne della casa che brucia, ne dello spirito missionario che li dovrebbe animare per la salvezza dei lontani, ma solo di posizioni personali con la malcelata pretesa di andare incontro all’uomo.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here