La morte è solo un passaggio e questa testimonianza ne è la prova

La morte è solo un passaggio ad un altro livello

Stavo per avere un bambino, un parto in casa, ma era molto tempo fa, ancora si sceglieva se partorire in casa ma senza tante garanzie per la mamma come è invece oggi.

Il travaglio fu molto lungo e dopo 5 ore il mio bambino non era ancora nato ma io avevo perso tantissimo sangue e non c’era la possibilità di averne e venne chiamata con urgenza un’ambulanza perchè venissi trasportata in un ospedale di un’altra città, era notte ormai.

A cominciare da mio marito, tutti temevano che stessi morendo, il medico pensava che io fossi entrata in coma, così salì mia madre sull’ambulanza con me, ma io, pur non capendo come potevo apparire ai loro occhi, sentivo ogni parola, ma era come se la sentissi stando fuori dal mio corpo, accanto al mio corpo direi, ma fuori dal corpo.

Ricordo i pensieri che feci in quei momenti, i commenti, anche sul medico … mia suocera continuava a ripetere “è morta,-guarda come i suoi occhi, si sono capovolti nella sua testa” e io in quel momento non riuscivo a vedere nulla, tutto era nero.

Una volta che venni messa sull’ambulanza ricordo che iniziai a fluttuare tra il mio corpo e, in alto, fuori dal mio corpo. Sentivo mia madre che mi parlava cercando di rassicurarmi, mi diceva che presto saremmo arrivate in ospedale, e nel frattempo ricordo molti dettagli del nostro viaggio in ambulanza e molti pensieri che mi hanno attraversata.

Ricordo il nostro arrivo in ospedale e quando mi misero in quella stanza ricordo di essere andata direttamente al soffitto e da li guardavo tutto ciò che succedeva come se stessi guardando la TV. Mi sentivo così bene, ero così serena, non provavo alcun interesse per il mio corpo, neanche per il bambino che doveva nascere, non provavo dolore, non pensavo a nulla e a nessuno, stavo solo godendomi quella serenità …. ed è come se, pur guardando il mio corpo, mi allontanassi come “risucchiata” da un vortice che era alle mie spalle, mi stavo allontanando dalla vita, poi all’improvviso si è invertita la marcia e sono ritornata verso il mio corpo, in quella stanza, vicino a me e al mio bambino.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here